Aziende in fuga preferiscono le città vicine – L’evento, Sabato inaugurazione Pip a Striano

Pip Strano GMSan Giuseppe Vesuviano. Sabato mattina apre il PIP (Piano di insediamento produttivo) di Striano e almeno dieci aziende di San Giuseppe Vesuviano e del comprensorio abbandoneranno la cittadina vesuviana. Continua, imperterrita, l’emorragia, dell’imprenditoria vesuviana costretta a emigrare per la mancanza di aree industriali dove realizzare nuovi stabilimenti. Per San Giuseppe Vesuviano l’ennesimo smacco, frutto di grossi errori del passato che stanno praticamente polverizzando quando di buon era stato costruito negli anni del boom economico. La città del commercio e del più alto reddito pro capite d’Europa si sbriciola sempre più e lascia il passo a un’economia di giornata imperniata sull’imprenditoria orientale composta per lo più dalla comunità cinese e, non ultima, bengalese. «Complimenti sicuramente a Striano ma grande rammarico per tutti noi». A sottolinearlo proprio l’assessore alle attività produttive di San Giuseppe Vesuviano, Luigi Miranda. «Purtroppo negli anni passati, per colpe non nostre, si sono persi treni importanti e almeno cinque milioni di euro già destinati per realizzare infrastrutture», spiega l’assessore. «Una vera beffa a cui abbiamo cercato di opporci, ma ormai era troppo tardi. In extremis siamo riusciti a farci inserire nei PTCP (piani territoriali coordinamento provinciali) per i quali, in futuro, sono ormai rivolte le nostre speranze».Speranza di lungo termine a cui dovrebbero poi essere affiancate programmazioni e investimenti regionali per le opere infrastrutturali. Tempi ancora lunghi.Pip Strano totem E intanto sabato mattina, l’appuntamento è per le ore 10,30, a Striano nell’area PIP località Saudone, dove il sindaco della cittadina, Aristide Rendina, insieme all’assessore alle attività produttive, Santolo Sorvillo, taglierà il nastro del nuovo insediamento produttivo. Annunciata la presenza del presidente della giunta regionale, Vincenzo De Luca, dell’ex ministro, Luigi Nicolais e del gotha dell’imprenditoria campana rappresentata dall’industriale Paolo Scudieri e da numerosi sui colleghi. La cerimonia d’inaugurazione si terrà nella prima azienda pronta a entrare a regime in questi giorni. La GM Zincatura che fa parte anche del Consorzio Sistema Campania con amministratori; Marcello Ambrosio di San Giuseppe Vesuviano e Giovanni Guastaferro di Terzigno. «Una grande opportunità quella dell’area Pip di Striano a cui abbiamo subito aderito», riferiscono gli imprenditori. «Grazie al nuovo stabilimento siamo in grado di produrre materiali altamente tecnologici con le migliori tecniche presenti sul mercato. Una grande scommessa che, tra effettivi e indotto, prevede l’impiego di circa centocinquanta unità lavorative».

Il Mattino 09 giugno 2016 20160609