Cresce l’entusiasmo intorno a Francesco Urraro candidato al senato per il M5S

Martedì 20 febbraio ore 20 appuntamento al Teatro Odeon per la presentazione alla città

San Giuseppe Vesuviano –Una grossa opportunità per il territorio e per l’intera categoria degli avvocati che fanno capo la foro di Nola. Francesco Urraro, sangiuseppese verace, abita a due passi da piazza Garibaldi, sta entusiasmando San Giuseppe Vesuviano ma soprattutto l’intero collegio senatoriale che partendo da Portici, comune da cui prende il nome, si estende in altri ventisette centri tra cui Nola e San Giuseppe Vesuviano. Un bacino d’utenza che l’avvocato Francesco Urraro conosce benissimo, in virtù della presidenza all’ordine degli avvocati del Tribunale di Nola, e per il quale intende impegnarsi al Senato della Repubblica.

“Un territorio importante nell’asset regionale che va assolutamente seguito e riqualificato attraverso un impegno costante e mirato. Grazie alla presidenza all’ordine degli avvocati presso il Tribunale di Nola riesco ad avere un visione molto ampia delle problematiche del territorio e, soprattutto, della gente. Il mio impegno, quindi, è quello di portare un cospicuo contributo all’intera comunità ma essere a disposizione della nazione per costruire un futuro migliore”.

I sondaggi al momento in linea generale danno il movimento cinque stelle in vantaggio a livello regionale. Nei vari collegi uninominali ci sarà da battagliare con le altre forze in campo. Francesco Urraro, ad ogni modo, ha molte possibilità di affermazione.

“Spero che la gente apprezzi il mio lavoro e il mio impegno. Il 4 marzo possiamo riscrivere la storia di questo Paese. Possiamo farlo insieme. Partecipa. Scegli . Cambia.”

Il collegio

Senato Collegio Portici 2018
Camposano
Carbonara di Nola
Casamarciano
Cercola
Cicciano
Cimitile
Comiziano
Liveri
Massa di Somma
Nola
Ottaviano
Palma Campania
Poggiomarino
Pollena Trocchia
Portici
Roccarainola
San Gennaro Vesuviano
San Giorgio a Cremano
San Giuseppe Vesuviano
San Paolo Bel Sito
San Sebastiano al Vesuvio
Sant’Anastasia
Saviano
Somma Vesuviana
Striano
Terzigno
Tufino
Visciano

16 febbraio 2018

da Il Mattino del 16 febbraio 2018

Movimento Cinque stelle tra il 30 e il 35 Di Maio in vantaggio su Sgarbi a Pomigliano

Paolo Mainiero
Il M5s è il primo partito in Campania. I grillini, pur presentandosi senza coalizione, staccano sia centrodestra che centrosinistra. È uno dei dati che emerge dal sondaggio realizzato il 14 febbraio da Euromedia Research per Porta a Porta. A poco più di due settimane dal voto, c’è anche la conferma che le elezioni si giocheranno soprattutto al Sud. Se al Nord il centrodestra è di gran lunga il favorito al punto che dovrebbe aggiudicarsi la maggioranza dei collegi uninominali, e se il centrosinistra tiene al centro nelle tradizionali regioni rosse (con eccezione delle Marche, dove è forte il M5s), nel Mezzogiorno regna una situazione di sostanziale equilibrio, seppur con posizioni di partenza diversificate tra i partiti.
La Campania è una delle regioni chiave. Sono 89 i parlamentari da eleggere: 60 deputati (38 nel proporzionale e 22 nei collegi) e 29 senatori (18 nel proporzionale e 11 nei collegi). Il sondaggio, ci cui Euromedia Research ha fornito a Il Mattino i dati relativi alla Camera, conferma un quadro di estrema variabilità. «Il clima è incerto ma anche complesso e difficile», dice Alessandra Ghisleri, direttrice dell’istituto di ricerca.
Partiti e coalizioni
Il M5s è il primo partito. Il sondaggio, in sostanza, conferma il trend nazionale che vuole il movimento di Luigi Di Maio la forza politica più votata. Il M5s è accreditato in Campania, alla Camera, tra il 30 e il 35 per cento, una forbice abbastanza larga dovuta al fatto che, come Euromedia sottolinea, la fetta degli indecisi è molto ampia. Il 34 per cento degli italiani non ha deciso chi votare e quindi tutti i dati odierni sono suscettibili di modifiche anche forti. Del resto, un range ampio riguarda tutte le forze in campo.
Ad ogni modo, alcuni dati, analizzati oggi, inducono a più di una riflessione: la coalizione di centrodestra è quotata tra il 29 e il 33,5 per cento: pur mettendo insieme quattro partiti, non raggiunge il M5S. Più staccato il centrosinistra, che oscilla tra il 24 e il 28, ponendosi decisamente come terza forza.
Per quanto riguarda i singoli partiti, detto del M5s al 30-35, Euromedia accredita il Pd tra il 22 e il 26. Alle politiche del 2013 il Partito democratico aveva ottenuto in Campania il 20 per cento (650mila voti), mentre alle Europee del 2014 aveva conquistato il 36,12 (830mila voti). «Il dato attuale – spiega la Ghisleri – tende verso quello di cinque anni fa». Il Pd, era prevedibile, è la magna pars della coalizione. Tra i partiti alleati, +Europa di Emma Bonino è data tra l’1,5 e il 2,5; Insieme (la lista di socialisti, verdi e ulivisti) starebbe tra lo 0,5 e l’1,5; Civica popolare tra lo 0 e lo 0,5. Va detto, tuttavia, che l’ampia fetta di indecisi può spostare molti consensi.
Nel centrodestra, Euromedia assegna a Forza Italia una percentuale tra il 20,5 e 24,5, più alta rispetto al Nord. La differenza è dovuta al fatto che in Campania la Lega ha una forza nettamente minore e infatti è accreditata tra l’1,5 e il 3,5. Fratelli d’Italia è invece quotata tra il 3 e il 5, mentre Noi con l’Italia, la lista centrista di Fitto e Cesa, è tra l’1,5 e il 3,5.
Liberi e uguali, infine, è tra il 5 e l’8 mentre gli altri partiti (Potere al popolo, Popolo della famiglia, Casapound, Pri) vanno tra l’1 e il 2 per cento.
«Ma tutti i dati – sottolinea la Ghisleri – potrebbero subire delle grosse variabili soprattutto in presenza di fatti come quelli di Macerata».

Seggi e collegi

Partita complicata. Euromedia nel suo sondaggio assegna al centrodestra 12 seggi nel proporzionale e uno nell’uninominale. Tre collegi sono incerti, nel senso che il candidato del centrodestra è in vantaggio ma deve contenderseli in due con il M5s e in uno con il centrosinistra. Al centrosinistra, invece, il sondaggio attribuisce 10 seggi nel proporzionale e due nell’uninominale. Quattro sono invece i collegi in cui il candidato del centrosinistra sarebbe in vantaggio: in questo caso il testa a testa sarebbe solo il centrodestra. I due collegi sicuri che Euromedia assegna al centrosinistra sono quelli di Piero De Luca a Salerno e di Franco Alfieri ad Agropoli. Ad Ariano Irpino è invece avanti Giuseppe De Mita rispetto a Carmela Grasso del centrodestra. Il M5s, quale partito più votato, prenderebbe 16 seggi nel proporzionale. Due i collegi sicuri, ma cinque quelli in cui il candidato grillino è in vantaggio e se li contende con il centrodestra (in tre collegi) e con il centrosinistra (in due). Uno dei collegi contendibili è quello di Acerra-Pomigliano dove Luigi Di Maio è in vantaggio su Vittorio Sgarbi.
È evidente quanto l’incertezza possa dar vita a qualsiasi risultato tanto più che il sondaggio contempla cinque seggi non attribuibili proprio per la variabilità del quadro politico e dell’alto numero di indecisi. Nessun seggio uninominale è invece assegnato a Liberi e uguali che alla Camera eleggerebbe tre deputati con il proporzionale. «Ma i dati – dice la Ghisleri – potranno subire variazioni con l’evoluzione della campagna elettorale e l’avvicinarsi delle elezioni».
Che le elezioni si giocheranno al Sud lo conferma l’attenzione dei leader. Paolo Gentiloni ieri è stato in Sicilia, a Catania e Messina. Per il Pd, domani sarà a Napoli Matteo Renzi: il segretario sarà nel pomeriggio al teatro Sannazaro, mentre in mattinata dovrebbe essere ospite dell’Unione Industriali.
Anche Silvio Berlusconi sta pensando di mettere in agenda un tappa a Napoli: per ora è solo un’ipotesi ma il leader di Forza Italia potrebbe chiudere la campagna elettorale il 2 marzo. Tour al Sud anche per Matteo Salvini che è stato in Sicilia mercoledì e in Puglia ieri. Difficile una tappa a Napoli, dopo le tensioni dello scorso anno. A Napoli è già stata Giorgia Meloni di Fdi.

Annunci

Il presidente dell’ordine degli avvocati di Nola, Francesco Urraro candidato al senato per il movimento cinque stelle

San Giuseppe Vesuviano –Il presidente dell’ordine degli avvocati di Nola, Francesco Urraro di San Giuseppe Vesuviano, sarà il candidato per il movimento cinque stelle nel collegio uninominale di Portici. Concluso, questa mattina a Roma, il lunghissimo corteggiamento di Luigi Di Maio che è riuscito a strappare il sì al giovane avvocato di San Giuseppe Vesuviano. Sarà candidato al senato, nel collegio di Portici che abbraccia tutti i comuni vesuviani della fascia intera e la stessa Nola.

Il collegio è composto dai comuni di: Camposano, Carbonara di Nola, Casamarciano, Cercola, Cicciano, Cimitile, Comiziano, Liveri, Massa di Somma, Nola, Ottaviano, Palma Campania, Poggiomarino, Pollena Trocchia, Portici, Roccarainola, San Gennaro Vesuviano, San Giorgio a Cremano, San Giuseppe Vesuviano, San Paolo Bel Sito, San Sebastiano al Vesuvio, Sant’Anastasia, Saviano, Somma Vesuviana, Striano, Terzigno, Tufino, Visciano. Una candidatura voluta da Di Maio in persona che, fino all’ultimo, lo ha voluto al suo fianco nella prossima tornata elettorale.

29 gennaio 2018

Motociclisti e sindaci a confronto sulla sicurezza stradale a San Giuseppe Vesuviano

San Giuseppe Vesuviano – Sicurezza stradale per i motociclisti. Se ne parla oggi a San Giuseppe Vesuviano. L’appuntamento è per questo pomeriggio, ore 18, presso la Casa Comunale di San Giuseppe Vesuviano. L’incontro organizzato da Mimmo Russo del moto club di San Giuseppe Vesuviano avrà come relatore Marco Guidarini, medico traumatologo e Presidente dell’Associazione Motociclisti Incolumi. Parteciperanno, inoltre, il sindaco di San Giuseppe Vesuviano, Vincenzo Catapano, i primi cittadini di Ottaviano, Luca Capasso, e di Poggiomarino, Leo Annunziata e Francesco Urraro, Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Nola. Nel piazzale antistante alla Casa Comunale, in Piazza Elena D’Aosta si svolgerà, durante l’intera giornata, “L’open Day Ducati” organizzato dal Moto Club Historic Club Ducati in collaborazione con il Concessionario Ducati Mario Manzo di Angri e con l’Officina autorizzata Ducati Lasamoto di San Giuseppe Vesuviano. Un’intera giornata all’insegna dei motori su due ruote e della sicurezza stradale in cui saranno esposti tutti i nuovi strumenti e le ultime innovazioni per l’incolumità dei motociclisti.

Il Mattino online 13 gennaio 2018 Sabato 13 Gennaio 2018, 10:21 – Ultimo aggiornamento: 13-01-2018 10:21

https://www.ilmattino.it/napoli/cronaca/motociclisti_sindaci_confronto_sulla_sicurezza_stradale_san_giuseppe_vesuviano-3481454.html

L’avvocato Francesco Urraro riconfermato presidente all’ordine degli avvocati di Nola

L’assemblea degli Avvocati iscritti all’Ordine di Nola convocata per le elezioni ordinarie dei 21 componenti il Consiglio dell’Ordine per il periodo 2017-2018, presso il Palazzo di Giustizia di Nola, Reggia degli Orsini, ha eletto Consiglieri:

Avv. URRARO FRANCESCO ________________________  voti 1719 (Presidente uscente)

Avv. FERRARO ITALIA  (detta ILIA) _________________   voti 1418 (Vice Presidente uscente)

Avv. BOCCIA GIUSEPPE (detto ANTONELLO) _______    voti 1207 (Cons. Segretario uscente)

Avv. SEBASTIANI ANNALISA _______________________ voti 1172 (Consigliere uscente)

Avv. BOCCIA RAFFAELE (detto LELLO) _____________    voti 1117 (Consigliere uscente)

Avv. CACCIA UMBERTO ____________________________ voti 1108 (Consigliere uscente)

Avv. PICCOLO PASQUALE __________________________ voti 1105 (Consigliere uscente)

Avv. NAPOLITANO SONIA __________________________ voti 1071 (Consigliere uscente)

Avv. BARONE CIRO _______________________________    voti   986

Avv. MONTANO ROSSELLA _______________________    voti   961

Avv. RAGOSTA MICHELE ___________________________            voti   957 (Consigliere uscente)

Avv. SANNINO NICOLETTA ________________________  voti   928

Avv. PASCALE LUIGI _______________________________  voti   903 (Consigliere uscente)

Avv. CARBONE FELICE ____________________________   voti   880

Avv. SESTO CIRO __________________________________  voti   879 (ex Cons. Segretario 2006-09)

Avv. CURCIO RAFFAELE ___________________________   voti   816 (Consigliere uscente)

Avv. LOMBARDI ROSALBA _________________________ voti   807

Avv. TRAVAGLINO SALVATORE ____________________            voti   741 (ex Cons. Tesoriere 2008-09)

Avv. PANDICO SALVATORE ________________________ voti   607

Avv. LORIA FIORELLA _____________________________   voti   595

Avv. ALBARELLA GIULIANA ______________________     voti   511

Non eletti:

Avv. GUASTAFERRO ANNA _________________________            voti   470

Avv. BRAVACCIO ARISTIDE ________________________ voti   464

Avv. BIANCO GIOVANNI __________________________    voti   441

Avv. VOLPE GABRIELE ____________________________    voti   431

Avv. MOSCA GIUSEPPE ____________________________  voti   347

Avv. GIANNIELLO RACHELE ______________________    voti   339

Avv. MARRAZZO UMBERTO ________________________            voti   331

Avv. LEONE RITA __________________________________  voti   325

Avv. SPOSITO ROSA _______________________________  voti   267

Avv. SOVIERO SALVATORE GIANLUCA ____________  voti   251

Avv. TANZILLO PALMIRA___________________________            voti   249

Avv. LO SAPIO GIOACCHINO MAURIZIO ___________  voti   200

Avv. LIPPIELLO MARIA ____________________________   voti   185

Avv. RACHIGLIO GIUSEPPE ________________________  voti   153

Questa elezione ha segnato numeri da record: 2.819 erano gli elettori chiamati alle urne nei giorni 12, 13 e 14 ottobre scorsi. Altissima l’affluenza con 2317 votanti, pari a oltre l’82% degli aventi diritto al voto. Nel 2012, tra primo e secondo turno (la vecchia legge elettorale prevedeva anche il ballottaggio), andarono alle urne in media il 77%. Per la prima volta dalla istituzione del Foro di Nola, avvenuta il 14 aprile 1994, sono ventuno – e non quindici – i Consiglieri eletti per la consiliatura che sarà la più breve della storia: il mandato terminerà il 31 dicembre 2018. A sovrintendere a tutte le operazioni di voto e di scrutinio è stata la Commissione elettorale, designata dal Consiglio dell’Ordine uscente, e composta dagli avvocati: Giuseppina Manfredi (Presidente), Antonella Celardo (Segretario), Sabatino Rainone, Francesco Franzese, Gennaro Esposito, Daniela Rescigno, Marilena Saccone, Michele Alicino, Virginia Correale, Anna Iossa e Carmine Amatucci, e coadiuvata dagli scrutatori: Filomena Piccolo, Carmen Velotti, Nicola Annicchiarico, Giovanni Amendola, Biagio Arentino ed Elisabetta Montano.

Il Mattino online Domenica 22 Ottobre 2017, 19:18 – Ultimo aggiornamento: 22-10-2017 19:18

https://www.ilmattino.it/napoli/cronaca/l_avvocato_francesco_urraro_riconfermato_presidente_ordine_tribunale_di_nola-3318503.html

 

Consegnato a Palerno al presidente degli avvocati di Nola, Francesco Urraro, il premio Falcone 2016

Urraro premiato«Per il suo costante e incisivo impegno a favore di una Cultura di Legalità e Solidarietà verso quanti attendono un’alba di speranza siglata con la vita di chi ha creduto che “nessuna notte può essere così lunga da impedire al giorno di ritornare”». pergamena UrraroCon queste motivazioni è stata consegnata, questa mattina, nella Sala Consiliare del Comune di Palermo, la pergamena, sottoscritta da Maria Falcone e da Nicolò Mannino, presidente del Parlamento della Legalità Internazionale,  ed è stato conferito il

Sala Consiliare di PalermoUrraro premiato (2)PREMIO MEMORIAL “GIOVANNI FALCONE 2016”

al Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Nola, avv. Francesco Urraro. Un riconoscimento importante e significativo in quanto intitolato a uno dei magistrati simbolo della lotta alla mafia, istituito alla luce della certezza di “Diffondere, con determinazione e coraggio, i valori della Pace – Giustizia – Legalità – Solidarietà – Amore verso i poveri più poveri, è compito di ogni uomo che crede in un “Futuro a colori” avendo a cuore lo sviluppo dei grandi valori della vita e della promozione umana”. immagine premiazione Urraro «Ringrazio gli organizzatori del Premio, nella persona del Presidente del Parlamento della Legalità Internazionale, prof. Nicola Mannino, per questo importantissimo riconoscimento e in particolare il mio grazie va a Maria Falcone, sorella del giudice Giovanni ucciso a Capaci, dalla mafia, il 23 maggio 1992, alla cui memoria questo premio è dedicato» afferma il Presidente del COA di Nola, avv. Francesco Urraro, «il sacrificio dell’Uomo e del Magistrato per un domani a colori responsabilizza tutti gli uomini delle istituzioni, a qualsiasi livello a fare con forza e decisione la propria parte. Ed è quello che a Nola il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati, da anni, sta facendo con numerose iniziative e momenti di approfondimento e di confronto, creando sinergie e stimolando e favorendo intervento Urraroun’alleanza formativa tra la scuola, la famiglia e le altre agenzie educative come le Diocesi e le associazioni, al fine di diffondere la cultura della legalità e della solidarietà, il rispetto di sé e degli altri». Il conferimento del Premio al Presidente Urraro è avvenuto all’interno della “Settimana di riflessione e studio”, iniziata sabato scorso che proseguirà fino al 21 marzo prossimo, con un folto programma incentrato sul tema del “Linguaggio della Legalità e della Solidarietà, per un Presente a Colori”, organizzata dall’associazione “Parlamento della Legalità Internazionale” (www.parlamentodellalegalita.it) e che vede il coinvolgimento dell’Istituto d’Istruzione Secondaria Superiore di Palermo “Francesco Ferrara”.

Il Mattino online Lunedì 14 Marzo 2016, 17:52

http://www.ilmattino.it/napoli/cronaca/consegnato_palerno_al_presidente_degli_avvocati_di_nola_francesco_urraro_premio_falcone_2016-1610383.html

Premio Memorial “Giovanni Falcone 2016” al Presidente degli avvocati di Nola Francesco Urraro

Francesco Urraro, presidente dell'ordine degli avvocati mentre introduce Lucia Borsellino
Francesco Urraro, presidente dell’ordine degli avvocati mentre introduce Lucia Borsellino in occasione dell’inaugurazione della Piazzetta intitolata al giudice Paolo Borsellino

San Giuseppe Vesuviano – Lunedì prossimo, 14 marzo 2016, alle ore 10, presso la Sala Consiliare del Comune di Palermo, il Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Nola, Francesco Urraro, sarà insignito di un importante e significativo riconoscimento, il Premio Memorial “Giovanni Falcone 2016”. Il conferimento del Premio al Presidente Urraro avviene all’interno del programma della “Settimana di riflessione e studio” (che va dal 12 al 21 marzo prossimi) sul tema del “Linguaggio della Legalità e della Solidarietà, per un Presente a Colori”, organizzato dall’associazione “Parlamento della Legalità Internazionale” (www.parlamentodellalegalita.it) e che vede il coinvolgimento dell’Istituto d’Istruzione Secondaria Superiore di Palermo “Francesco Ferrara”. borsellino 6
Un riconoscimento che viene attribuito nel mezzo di un percorso di forte impegno sociale del Presidente Urraro e del Consiglio dell’Ordine Forense di Nola sul fronte della diffusione della cultura della legalità, come strumento di prevenzione e di liberazione dall’anti-cultura camorristica e mafiosa e delinquenziale in genere, purtroppo presenti in molte aree d’Italia, in cui i valori della società civile sono rovesciati.

«Educare alla legalità, educare al rispetto di sé e degli altri, costituisce un impegno imprescindibile di ogni cittadino e di tutte le istituzioni pubbliche, compresi gli Ordini professionali e quello Forense in particolare», afferma il Presidente del COA di Nola, avv. Francesco Urraro, che aggiunge: «per questo il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Nola, da anni, ha intrapreso questa strada e ha deciso di fare la sua parte con una serie di iniziative e di momenti di approfondimento e di confronto, creando sinergie e stimolando e favorendo una maggiore alleanza formativa tra la scuola, la famiglia e le altre agenzie educative come le Diocesi e le associazioni. Perché tutti siamo tenuti a dare il nostro contributo, con forza e determinazione, ciascuno nel proprio ambito di competenza, sempre nel pieno rispetto del ruolo altrui, senza lasciare da solo nessuno, perché quando si è soli si è più deboli e attaccabili. E il tema della legalità, affrontato nelle sue molteplici sfaccettature, costituisce la cura e l’unica forma di prevenzione: l’humus dove piantare l’albero rigoglioso della nostra società civile, le cui radici vanno continuamente alimentate».

Francesco Urraro
Francesco Urraro

Tante sono state le iniziative messe in atto nei quattro anni di guida del Consiglio dell’Ordine da parte del Presidente Urraro: convegni, tavole rotonde, conferenze, a cui hanno partecipato eminenti figure di avvocati, magistrati, docenti universitari e tecnici, e con il coinvolgimento frequente delle scolaresche. Con lo scopo di creare una cittadinanza attiva e consapevole nelle nostre realtà cittadine.

Così scrive il prof. Nicolò Mannino, presidente dell’associazione Parlamento della Legalità Internazionale, al Presidente Urraro: «(…) Ho subito compreso di avere innanzi una bella persona ricca di sani principi e valori che rendono un Uomo autentica sentinella del mattino, di un’alba di speranza e di gioia. Proprio alla luce di questa certezza, riflettendo sul messaggio inviatoci dalla prof.ssa Maria Falcone, sorella di Giovanni, in qualità di presidente del parlamento della legalità internazionale desidero conferire a Lei, il premio Culturale alla memoria di Giovanni Falcone il prossimo lunedì 14 Marzo 2016 ore 10 presso la Sala Consiliare del Comune di Palermo. Sarà un momento di crescita per tutti noi, specie per i giovani del parlamento della legalità internazionale multietnico che credono in un presente di speranza e di riscatto. A Lei il mio “grazie ” per essere un autentico UOMO che crede con zelo ed entusiasmo nei sogni dei giovani e sa udire l’appello dei giusti che hanno versato il loro sangue per la democrazia e la giustizia. A lei il mio fraterno saluto, in attesa di incontrarci lunedì 14 marzo 2016».

Mannino De Rossi
Mannino De Rossi

La settimana della legalità avrà il suo avvioFrancesco Urraro Palermo sabato prossimo (12 marzo) con una finestra aperta nella rubrica di Rai 1 “Le Ragioni della Speranza”, della trasmissione religiosa “A Sua Immagine”, nel corso della quale il Parlamento della Legalità Internazionale incontrerà Don Maurizio Patriciello nel “Giardino della Memoria”, dove la mafia ha ucciso il piccolo Giuseppe Di Matteo, per proporre un messaggio di riscatto, speranza e perdono.  «Mi sembra un appuntamento molto significativo in un luogo dove possono incontrarsi idealmente due realtà dolenti d’Italia: la Terra dei Fuochi, segnata dalle morti innocenti per cancro di tanti bambini, uccisi dalle agromafie, e l’atroce omicidio per una vendetta di mafia del piccolo Giuseppe Di Matteo», afferma il Presidente Urraro, «tragedie nazionali senza fine, che producono sofferenze e che uniscono e accomunano tutti gli italiani in un unico popolo».

Il Matibno onlineMercoledì 9 Marzo 2016, 18:25
http://www.ilmattino.it/napoli/cronaca/premio_memorial_giovanni_falcone_2016_al_presidente_degli_avvocati_di_nola_francesco_urraro-1599869.html

Rinascita Civile Vesuviana inaugura la sede nel segno della legalità e del recupero della “Questione morale”

inacomunicato stampa

Don Aniello Manganiello: “Ai giovani di RcV chiedo di stimolare la propria coscienza critica e di continuare a “rompere le scatole” ad una classe politica che non fa gli interessi dei cittadini”

Il Presidente dell’Ordine degli avvocati di Nola Francesco Urraro: “Non bisogna mitizzare esempi negativi, ci sono le potenzialità per un riscatto dei nostri territori, ma occorre una vera rinascita civile”

Il Presidente di RcV Giugliano: “La rivoluzione passa attraverso ognuno di noi cittadini, mai più scioglimenti per infiltrazione camorristica e clientelismo selvaggio. Superiamo questo medioevo politico-culturale”

Grande successo di pubblico per l’inaugurazione della sede sangiuseppese del movimento Rinascita Civile Vesuviana, avvenuta lo scorso lunedì in Via Ceschelli 91. Ad aprire il dibattito sulla “Questione morale oggi” è stato il prete anticamorra Don Aniello Manganiello, il quale, nel corso del suo appassionato intervento ha affermato: “La questione morale è un tema immenso e, purtroppo, ancora troppo sottovalutato, sia dalla chiesa, sia dalla politica. E’ necessario che la chiesa segua l’opera innovatrice di Papa inaugurazione 1Francesco, divenendo finalmente esempio di povertà e umiltà, non ne possiamo più di questi alti prelati che vivono in palazzi principeschi. Preti e politici vadano in strada ad aiutare i più deboli e bisognosi. Il riscatto passa attraverso tutti questi giovani che vedo in sala: a loro dico di stimolare la loro coscienza critica e di continuare a “rompere le scatole” ai politici che non fanno il loro dovere”. Dopo Don Manganiello, la parola è passata al Presidente dell’Ordine degli avvocati di Nola, Francesco Urraro, il quale ha sottolineato: “La necessità di non mitizzare in alcun modo esempi negativi, e di riscoprire le potenzialità insite nei nostri territori. Per risollevarci, occorre una vera e propria “Rinascita Civile”, ed il ruolo di associazioni come questa, in tal senso, sarà fondamentale”. Il professor Giuseppe Cutolo, membro del direttivo di RcV, ha inveceinaugurazione 2 insistito su “Gli ormai insostenibili costi sociali dei fenomeni di corruzione e sulla conseguente necessità di valorizzare la questione morale, magari costruendo un osservatorio permanente a tal proposito”. Il dottor Gavino Nuzzo, direttore amministrativo dell’UniPegaso, ha invece sottolineato: “L’importanza di rifarsi agli ideali che hanno animato il nostro passato, in particolar modo a quell’impegno civico che ha caratterizzato diversi movimenti degli anni sessanta e settanta”. Chiosa finale del Presidente di RcV, Francesco Giugliano:Rinascita CivileSiamo qui per rompere con un certo passato, non ne possiamo più di vedere ancora sulla scena politica sangiuseppese diversi personaggi sciolti per infiltrazioni camorristiche. La rivoluzione passa attraverso ognuno di noi cittadini, riscopriamo una dimensione etica della vita pubblica e perseguiamo il bene comune nel nostro piccolo, solo così potremo creare una nuova classe dirigente vesuviana che sia compiutamente al passo coi tempi”.

RINASCITA CIVILE VESUVIANA

11 novembre 2015